I provetti sposi. II parte.

I miei vicini di casa seguono una dieta non rigidissima, ma comunque selezionata. Carboidrati, proteine, vitamine, sali minerali, animali e vegetali, grassi, zuccheri e molecole scelte d’ogni tipo vengono dosate con scrupolo rigoroso perché da una sana alimentazione dipende la qualità della vita. E la qualità della vita per loro è pesare ogni grammo di pane e di pasta.

I miei vicini di casa vanno alla Santa Messa ogni Domenica, un’ora prima delle sei, per confessarsi, prendere i posti al lato del tabernacolo, meditare un po’ per conto proprio, ostinarsi ad insegnare i canti alle vecchiette stonate, mettere i segnalibro alle pagine della Bibbia che bisognerà leggere, accendere i ceri alla Madonna e, insomma, … le solite attività della Domenica pomeriggio.

I miei vicini di casa sembrano così brave persone che nessuno oserebbe contestar loro qualcosa e infatti  nessuno lo fa. Io ho la fortuna di avere la camera da letto praticamente attaccata alla loro (c’è solo un sottilissimo muro a dividerci; il nostro condominio evidentemente non ha ben chiaro le nuove norme sulla privacy) e spesso la notte li sento parlare a bassa voce, come se volessero rimanere ancor più soli e ancor più nascosti di quanto già non siano; non distinguo le loro parole, non seguo i loro discorsi, ma ne percepisco il volume basso, il tono indeciso e l’autoreferenzialità. A volte mi commuove il loro modo di essere così imprescindibilmente una cosa sola, l’uno con e per l’altro e penso che in fondo non c’è niente di male ad essere un po’ borghesotti benpensanti come loro. O forse sì. Beh, forse no. O comunque fa lo stesso, se penso che ognuno di noi vive con un briciolo di sana banalità e non ce n’è una meno banale delle altre.

I miei vicini di casa, oltretutto, da un po’ di tempo sono meno metodici del solito nelle beneficienze di cui si occupano.

La mia vicina di casa è un po’ ingrassata ultimamente. (E le vecchine in chiesa continuano a stonare).

Guido Grimaldi | corpo 10

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Scritture... e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a I provetti sposi. II parte.

  1. manuela ha detto:

    Bravo Guidino, mi sembra di conoscerli o di ri conoscerli sti due sposini, e poi ci sei tu dentro la storia, la tua ironia misurata, il tuo sguardo nel reale, così riservato, così attento.
    Bravo, bravo e bravo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...