I provetti sposi. I parte.

I miei vicini di casa sono dei provetti sposi, cioè sono delle persone; o meglio sono due persone sole che stanno insieme; nel senso che vivono insieme solo loro due: insomma, i miei vicini di casa sono una coppia senza figli. Ora, tutti sapete che una donna, quando  si vede privata della maternità, che a parer suo è un diritto di natura, spesso se la prende col marito, colpevolizzandolo d’ogni cosa, ma altrettanto spesso si prende cura del mondo intero. Ora, tutti sappiamo che le cose come ci appaiono sono diverse dalle cose come sono in realtà.

I miei vicini di casa hanno due cani, anche se preferiscono dire che li accudiscono, perché il verbo avere, dicono, indica troppo un’idea di possesso e gli animali sono degli esseri viventi e lo schiavismo è finito e poi eccetera. Il boxer si chiama Gig (robot d’acciaio?, gigante buono?, gigione?) e il bulldog Reykjavik (viaggio di nozze?, meta non raggiunta?, magari il pesce rosso si chiama Il Cairo e la donnola Varsavia) e nutrono entrambi molto affetto verso i genitori, anche se in modo diverso.

I miei vicini di casa hanno pochi hobby ma buoni; ultimamente aderiscono a campagne: prima quella contro il fumo (neanche più la camel dopo il caffè), poi quella a favore della ricerca su cancro, leucemia, epatite, ematoma, peli superflui e doppie punte e adesso sono il simbolo del quartiere per la raccolta dei bisogni dei cani; in giro, si vocifera che li abbiano addirittura fatti pisciare dentro l’ampolletta che si usa per l’esame delle urine.

I miei vicini di casa hanno praticamente costretto il sindaco ad iniziare la raccolta differenziata porta a porta, dividono tutto, vivisezionano ogni rifiuto (sono davvero bravi i miei vicini di casa), distinguono in organica, inorganica, carta, plastica, vetro, legno, smalto, polvere, solo che poi, dato che non esistono gruppi di raccolta per tutte queste categorie hanno dovuto raccogliere tantissime firme per far mettere almeno le campane per le strade. E a quel punto sono andati loro porta a porta, ma a bussare ai portoni per raccogliere quelle benedette firme.

Guido Grimaldi | corpo10

… continua…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Scritture... e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a I provetti sposi. I parte.

  1. Marianna ha detto:

    Simpaticissimo il tuo racconto!Complimenti =)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...