Nobel per la letteratura. Sud America al comando.

È stato assegnato il premio Nobel per la letteratura a Mario Vargas Llosa, autore peruviano classe 1936 che da anni veniva ignorato dall’Accademia di Stoccolma, tanto che alla diffusione della notizia aveva pensato si trattasse di uno scherzo.

La motivazione dell’ambito riconoscimento è per la «cartografia delle strutture del potere e per le acute immagini della resistenza, rivolta e sconfitta dell’individuo».

Nei giorni scorsi erano sorte polemiche riguardo l’assegnazione del Nobel per la Medicina, e non ci sorprenderebbe che qualche purista benpensante avesse da ridire anche su questo premio visto il percorso anche politico del vincitore.

Uno dei più grandi autori latinoamericani, anche se oggi è praticamente cittadino del mondo, torna a vincere il più alto riconoscimento letterario internazionale dopo 28 anni di solitudine parafrasando il successo del suo predecessore Gabriel Garcia Marquez, con il quale dopo una profonda amicizia, giunse anche ad uno scontro non solo verbale per divergenze sulla politica castrista.

In Italia i suoi titoli più importanti sono editi da Rizzoli e da Einaudi, casa presso cui uscirà in Novembre il suo prossimo libro “Il sogno del Celta”. Una buona occasione per riscoprire questo grande maestro.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in News e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...